DaVinci Resolve: come gestire i Media (VIDEO)

Scritto da Gianmarco Capri

Scritto da Gianmarco Capri

Aprile 26, 2021

Se vuoi montare video e stai cercando un software professionale da utilizzare sicuramente DaVinci Resolve potrà essere la scelta giusta. Abbiamo già visto quali sono i migliori programmi di editing e quelli più utilizzati dai professionisti.

Ogni software ha le sue particolarità e così come un libro non si giudica dalla copertina, anche un montatore o Video Content creator non può essere giudicato in base al software che utilizza.

Ognuno può scegliere il programma che più si avvicina al proprio modo di lavorare, alle proprie necessità, anche se nel mercato dell’audiovisivo e della post-produzione sono tre i software professionali più utilizzati (ecco quali).

Fatta questa premessa vediamo come gestire i Media su DaVinci Resolve.

L’interfaccia di DaVinci Resolve

Entrati all’interno di DaVinci Resolve la prima cosa da comprendere è la sua interfaccia. Spostiamoci quindi dalla Media page alla Edit page semplicemente con un clic. La prima cosa da fare è comprendere le caratteristiche di questa schermata.

Come in tutti i software di montaggio che si rispetti, l’edit page è composta da alcuni elementi classici.  Un source viewer, ossia un monitor sorgente all’interno del quale è possibile caricare le clip video per guardarle e poi selezionare ciò che vogliamo montare.

Una timeline all’interno della quale andremo ad inserire le clip che vogliamo montare.

Un timeline viewer, ossia un secondo monitor in cui potremo poi osservare il montaggio di clip che abbiamo effettuato all’interno della timeline stessa.

Oltre a questi tre elementi abbiamo tutta una serie di icone che possono essere semplicemente attivate tramite un clic.

I 3 elementi fondamentali della Edit page sono:

Il media pool, effects library, edit index e sound library. La prima icona ci permette di aprire all’interno anche dell’edit page, il media pool che al suo interno contiene principalmente il materiale che andremo a montare. Ma non solo.

È importante tenere sotto controllo questa parte dell’interfaccia, perché così riusciremo a gestire le clip, sia video che audio, ma soprattutto anche le timeline.

In questo modo avremo il pieno controllo del progetto che stiamo montando.

L’effects library come dice il termine è l’archivio di tutti i nostri effetti.

In realtà quando si parla di effetti su DaVinci Resolve si fa riferimento a molti elementi diversi che troviamo all’interno del toolbox, OpenFX e audioFX.

Il toolbox è la voce più ricca e al suo interno troviamo le transizioni video e audio, i titoli, alcuni elementi da generare e alcuni effetti.

Poi ci sono  quelli che il programma chiama filtri e gli effetti di fairlight.

L’edit index è invece l’elenco di tutte le operazioni svolte.

Sound library è invece è una raccolta di suoni gratuita messa a disposizione da DaVinci Resolve.

Passiamo ora al lato destro della schermata, dove troviamo le icone di mixer, metadata e inspector.

La prima è molto importante perché ci permette di visualizzare il meters e il mixer.

Limitiamoci a dire che il primo tool serve per comprendere i livelli audio del nostro video, con una scala in Db, mentre il mixer può essere utilizzato per agire concretamente sulle nostre tracce.

La tab metadata invece è utile per conoscere tutte le caratteristiche delle nostre clip.

Una volta che ho selezionato il mio materiale all’interno di questa parte dell’interfaccia si possono leggere tantissime informazioni interessanti.

 

Consulta la guida gratuita su DaVinci Resolve (clicca qui)

Sicuramente la prima parte, quella che salta subito all’occhio, contiene i metadata più interessanti. Li dobbiamo considerare come le caratteristiche interne del file stesso. Codec, frame rate, risoluzione, codec audio, frequenza di cambiamento e canali.

Ma ora siamo nella modalità default, come ci indica il comando con i tre puntini. Se clicchiamo su questa icona con una freccia verso il basso potremmo selezionare quelli che più ci interessano nella parte successiva.

Altra tab molto importante è l’inspector. Se facciamo clic sull’ultima icona riusciamo ad estendere il tutto fino alla timeline. Questo vale per tutte le schermate.

L’inspector ci permette di fare tante cose, dal controllo di alcune variabili della clip, fino a delle funzioni più avanzate. Il menu è diviso per video, audio, effetti, transizioni, immagini e file.

La prima cosa che notiamo sul source viewer poi è una serie di icone che servono proprio per gestire le clip al suo interno. Sono dei comandi piuttosto semplici: il play e il play reverse, per mandare in play la clip, lo stop per fermarla, il go to first o last frame per spostarci alla fine o all’inizio ed infine il play loop.

Il loop funziona solo quando andiamo a definire una porzione di questa clip che useremo per il nostro montaggio. Questo segmento viene definito semplicemente in e out.

Per posizionare un in e out possiamo utilizzare i comandi mark in e out nella parte destra della nostra source. Oppure ancora più facilmente, usare i tasti I e O sulla tastiera. Una volta scelto il nostro segmento potremo visualizzarlo in loop. Premiamo l’icona, che rimarrà arancione e andiamo su play.

Altro comando interessante è il match frame che permette di trovare il punto esatto della all’interno della nostra selezione. Ma per comprendere bene il tutto dobbiamo trascinare una clip in timeline.

Lo faremo in modo manuale, con un semplice drag n drop. Ora posizioniamo l’indicatore su un punto particolare della clip stessa. Se premo match frame, Resolve ritrova esattamente lo stesso frame all’interno del source viewer.

Scopri di più su DaVinci Resolve Mastery (clicca qui)

Accedi alle guide gratuite (entra nella community di Montalo)

Premiere Pro: 10 dritte che devi conoscere

10 trucchi per Premiere Pro Oggi ti insegnerò 10 dritte per Premiere che devi per forza conoscere,...

Come girare video cinematografici con i Mist Filter

Il segreto dei Mist Filter Dimmi la verità: hai voglia di realizzare video realmente...

Come creare il Camera Shake per i tuoi Video

Camera Shake per i tuoi Video Siamo pronti per rendere questa settimana molto più interessante...

Come trasformare Casa in un set per Video

Trasformo Casa per i miei Video Se sei un Video Creator ti sarà capitato spesso di girare video in...

Premiere Pro 2022: tutte le novità (Part.II)

Il nuovo aggiornamento di Adobe Premiere Pro 2022 Un po’ di tempo fa abbiamo parlato delle novità...

Come girare Video Cinematografici al Tramonto

Come sfruttare la Golden Hour Vuoi girare video cinematografici? Perfetto, gira al tramonto. La...

Come usare Filtri ND per i tuoi Video cinematografici

Perchè è importante utilizzare i Filtri ND per i tuoi Video A cosa ci si riferisce quando si parla...

Come montare Video in automatico

Montare Video in automatico con Premiere Pro Io ti conosco: il tuo sogno è sederti davanti al...

Come avere una voce perfetta con Premiere Pro

Gestire una voce su un video con Premiere Pro Quante volte ti sarà capitato di riascoltare l’audio...

Transizioni Ep.6: Picture Transition con Premiere Pro

Come creare la Picture Rip Paper Transition con Premiere Pro Hai mai sentito parlare della Picture...

Cosa Aspetti? Montalo!

Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

 

Cosa Aspetti? Montalo!

 

Articoli recenti

Universal Music vs TikTok: il futuro della musica sui social

Universal Music vs TikTok: il futuro della musica sui social

Introduzione Il mondo della musica e dei social media si scontrano in una disputa che potrebbe cambiare il panorama dell'intrattenimento online e anche quello dei contenuti video. Universal Music Group (UMG), una delle più grandi etichette discografiche al mondo, ha...

Bella Baxter, l’anti-principessa che volevamo vedere al cinema

Bella Baxter, l’anti-principessa che volevamo vedere al cinema

Introduzione Se hai avuto la fortuna di goderti al cinema "Povere Creature" di Yorgos Lanthimos, la figura di Bella Baxter sicuramente ti avrà conquistato. Un anti-eroina o anti-principessa (a seconda dei punti di vista) che affronta sfide e ostacoli con...

Come combattere il fenomeno dello Stop Scrolling

Come combattere il fenomeno dello Stop Scrolling

Introduzione ai Video UGC Nell'era digitale in cui siamo immersi gli utenti sono costantemente bombardati da un flusso infinito di contenuti sui social media. Lo "stop scrolling", l'atto di fermarsi a scorrere sul feed, è diventato un fenomeno comune che presenta una...