Decreto abolizione censura: ecco cosa cambia

Scritto da Montalo

Scritto da Montalo

Aprile 6, 2021

 

Il ministro Dario Franceschini ha firmato il decreto che abolisce definitivamente la censura cinematografica, un provvedimento molto atteso che sembra eliminare “quel sistema di controlli e interventi che consentiva ancora allo Stato di agire sulla libertà degli artisti” come lo stesso ministro ha affermato.

Viene istituita la Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche presso la Direzione Generale Cinema del Ministero della Cultura con il compito di verificare la corretta classificazione delle opere cinematografiche da parte degli operatori.

“Si mette in essere una sorta di autoregolamentazione – ha spiegato all’ANSA Nicola Borrelli, direttore della Direzione generale Cinema e audiovisivo – saranno i produttori o i distributori ad autoclassificare l’opera cinematografica, alla commissione il compito di validare la congruità”.

Ma vediamo nel dettaglio cosa cambia con il nuovo decreto.

La nuova commissione

A validare la congruità delle nuove classificazioni sarà una commissione composta da 49 membri incluso il Presidente (Alessandro Pajno) nel rispetto dell’equilibrio di genere. Avrà durata di 3 anni e vedrà al suo interno sociologi, pedagogisti, psicologi, studiosi, esperti di cinema (critici, studiosi o autori) , educatori, magistrati, avvocati, rappresentanti delle associazioni di genitori e persino di ambientalisti.

Per rendere più comprensibile la classificazione i materiali pubblicitari avranno icone indicanti la eventuale presenza dei contenuti ritenuti sensibili per la tutela dei minori, tra i quali violenza, sesso, uso di armi o turpiloquio.

 

Le 3 novità principali

1) è abolita la possibilità di vera e propria censura dell’opera. Non è infatti più previsto né il divieto assoluto di uscita in sala di un’opera, né l’uscita condizionata a tagli o a modifiche della pellicola;

2) è definito un sistema di classificazione più flessibile, maggiormente conforme alle diverse tipologie di opere e coerente con il generale allargamento del pubblico in sala;

3) si introduce il principio di responsabilizzazione degli operatori cinematografici, che sono chiamati a individuare la corretta classificazione dell’opera in base alla fascia d’età del pubblico destinatario e a sottoporla alla validazione di un apposito organismo di verifica, la Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche, che va a sostituire le attuali sette Commissioni per la revisione cinematografica.

Il regolamento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni del 2019 individua la classificazione delle opere audiovisive destinate al web e dei videogiochi, al fine di assicurare, anche per tali opere, il giusto ed equilibrato bilanciamento tra la tutela dei minori e la libertà di manifestazione del pensiero e dell’espressione artistica.

 

Le 4 classificazioni

Secondo la nuova disciplina, le opere cinematografiche, compresi gli spot pubblicitari destinati alle sale cinematografiche, dovranno essere classificate dagli operatori nel settore cinematografico.
Le categorie sono 4:
a) opere per tutti;
b) opere non adatte ai minori di anni 6;
c) opere vietate ai minori di anni 14;
d) opere vietate ai minori di anni 18.

Il decreto stabilisce che, per i film vietati ai minori di anni 14 o 18, può essere consentito l’accesso in sala di un minore che abbia compiuto rispettivamente almeno 12 o 16 anni, nel caso in cui esso sia accompagnato da un genitore (o da chi eserciti la responsabilità genitoriale).

Viene istituito un nuovo sistema di icone e di avviso per i contenuti sensibili (violenza, armi, sesso).

Il decreto inoltre aggiorna il regime sanzionatorio prevedendo anche sanzioni di tipo reputazionale con la pubblicazione online delle sanzioni. 

 

Cosa ne pensi?

Faccelo sapere nei commenti!

I migliori plug-in gratuiti per After Effects

I migliori plug-in gratuiti per After Effects   Nel tutorial di questa settimana ci...

Come realizzare un Corporate Video

Come realizzare un Corporate Video   Nel tutorial di questa settimana con Gianmarco Capri...

Come far comunicare Premier Pro e After Effects: il Dynamic link

Come far comunicare Premiere Pro ed After effects: il dynamic link   Nel tutorial di questa...

Come creare un progetto su After Effects

Come creare un progetto su After Effects Parliamo di motion graphics e lo facciamo con Giuseppe...

Come installare After Effects in pochi minuti

Come installare After Effects in pochi minuti Chiunque voglia approcciarsi alla motion graphics in...

Gli 8 consigli per essere un vero video editor

Gli 8 consigli per essere un vero video editorDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come...

Come gestire la color correction su Premiere

Come gestire la color correction su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come...

Come gestire i proxy su Premiere

Come gestire i proxy su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

Come gestire i nodi DaVinci Resolve

Come gestire i nodi su DaVinci ResolveDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

Tutorial: Essential Graphics su Premiere

Tutorial: Essential Graphics su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma...

Cosa Aspetti? Montalo!

Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

 

Cosa Aspetti? Montalo!

 

Articoli recenti

White balance automatico, predefinito, custom o manuale?

White balance automatico, predefinito, custom o manuale?

White balance automatico, predefinito, custom o manuale?  Fare il videomaker significa in primis conoscere tutto quello che serve per realizzare immagini realmente di valore. Non possiamo pensare di poter premere subito Rec se prima non abbiamo fatti nostri...

Le caratteristiche hardware per DaVinci Resolve

Le caratteristiche hardware per DaVinci Resolve

Le caratteristiche hardware per DaVinci Resolve  Se vuoi montare video e stai cercando un software professionale da utilizzare sicuramente DaVinci Resolve potrà essere la scelta giusta. Abbiamo già visto quali sono i migliori programmi di editing e quelli più...

Videomaking: la shutter speed

Videomaking: la shutter speed

Videomaking: la shutter speedSe vuoi essere un videomaker professionale non puoi non conoscere come gestire la shutter speed in fase di ripresa. È uno di quei concetti che stanno alla base del videomaking ed è per questo che devi conoscerlo. Abbiamo già visto che il...