Filmmaker v.s. videomaker: facciamo chiarezza

Scritto da Montalo

Scritto da Montalo

Agosto 29, 2020

Il mondo della produzione video e cinematografica è costituito da terminologie che permettono ai professionisti di “parlare la stessa lingua”. Abbiamo già in precedenza visto quanto sia importante conoscere il linguaggio cinematografico e tutte le nozioni base per approcciarsi a questo fantastico mondo.

Negli ultimi anni due termini in particolare vengono utilizzati come sinonimi:il termine filmmaker e videomaker.

Che differenza c’è tra l’uno e l’altro? È giusto ormai utilizzarli come sinonimi?

Proprio no, vediamo perché.

Se traduciamo filmmaker  [colui che che fa film] è facile comprendere che si tratta dell’autore dell’opera, di colui che segue interamente tutte le fasi di lavorazione di un film. L’accezione originale infatti è quella di “regista cinematografico”. In quanto tale è chiaro che il filmmaker realizza film oltre a lavorare a produzioni video (spot, corporate, music video …). È un direttore d’orchestra che ha piena responsabilità artistica sul film. Dalla sceneggiatura alla finalizzazione, il filmmaker è sempre a lavoro. Un lavoro sia di direzione che di revisione. In alcuni casi, soprattutto negli ultimi anni all’interno di produzioni indipendenti, si occupa di altre attività che possono essere la sceneggiatura, il montaggio, le riprese … .

Prendendo invece in considerazione il termine videomaker [colui che fa video] possiamo riflettere sulle differenze ed il perché non può essere considerato sinonimo di filmmaker. In questo caso infatti è una figura che cura l’intero processo della realizzazione di un video (script, produzione, montaggion, color …), un prodotto per impatto produttivo e minutaggio diverso da quello filmico. Questo permette al videomaker di poter realmente curare tutta la realizzazione di un video, dallo script alla finalizzazione, cosa che sarebbe impossibile fare nella produzione di un film.

    Molti videomaker sono anche filmmaker e tanti filmmaker sono stati dei videomaker. Questo è più che vero ma sono due professioni differenti se pur per molti aspetti analoghe. A mutare è l’impatto del prodotto finale.

    Spesso si crea confusione anche tirano in mezzo professioni come l’operatore di camera (colui che realizza le immagini su direzione del direttore della fotografia ed il regista). In questo caso ci si sbaglia altamente perché un’operatore di camera segue la direzione del regista su direttive del direttore della fotografia mentre un videomaker, che è allo stesso tempo regista e spesso anche D.o.p., realizza da solo e con qualche collaboratore le immagini del video, seguendo le proprie idee. Nelle produzioni cinematografiche queste figure sono tutte presenti, mentre nelle produzioni video non sempre ci sono.

    È facile confondere la terminologia. Ecco perché gli articoli Le 4 fasi classiche della produzione cinematografica e Le 10 fasi fondamentali per realizzare un video ti possono aiutare a comprendere meglio.

    Se vuoi conoscere ogni aspetto quest’argomento iscriviti al corso Starter Pack Filmmaking realizzato dall’Accademy di Montalo (clicca qui)

    Come installare After Effects in pochi minuti

    Come installare After Effects in pochi minuti Chiunque voglia approcciarsi alla motion graphics in...

    Gli 8 consigli per essere un vero video editor

    Gli 8 consigli per essere un vero video editorDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come...

    Come gestire la color correction su Premiere

    Come gestire la color correction su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come...

    Come gestire i proxy su Premiere

    Come gestire i proxy su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

    Come gestire i nodi DaVinci Resolve

    Come gestire i nodi su DaVinci ResolveDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

    Tutorial: Essential Graphics su Premiere

    Tutorial: Essential Graphics su PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma...

    Slow motion: Premiere vs Resolve

    Slow motion: Premiere vs ResolveDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

    Come gestire i media su DaVinci Resolve

    Come gestire i media su DaVinci ResolveDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

    Color: i prerequisiti base

    Color: i prerequisiti baseDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di montaggio,...

    Le shortcuts fondamentali di Premiere

    Le shortcuts fondamentali di PremiereDopo aver visto Perchè scegliere Premiere come programma di...

    Cosa Aspetti? Montalo!

    Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

     

    Cosa Aspetti? Montalo!

     

    Articoli recenti

    5 cose da non fare con un direttore marketing

    5 cose da non fare con un direttore marketing

    5 cose da non fare con un direttore marketing  Quando si realizza un video sappiamo che le fasi di lavorazione sono tante e ognuna deve funzionare quasi come fosse un vero organismo. L’equilibrio si ottiene quando ogni organo può lavorare al massimo del suo...

    Il glossario della motion graphics

    Il glossario della motion graphics

    Il glossario della motion graphics  Vuoi essere certo di conoscere tutti i termini tecnici necessari per approcciare alla motion graphics? Allora la guida che ho preparato ti sarà molto utile! Innanzitutto sai che cos'è la motion graphics? La motion graphics è...

    Personal Branding: le 6 domande chiave

    Personal Branding: le 6 domande chiave

    Personal branding: le 6 domande chiave  Siamo bombardati da informazioni, stimoli, prodotti e servizi che ci vengono proposti continuamente. Se non vuoi cadere nella guerra dei prezzi, svalutando il tuo prodotto/servizio, devi per forza emergere dalla massa! Come...