Cinema d’autore: perchè MUBI è davvero una figata

Scritto da Silvio Laccetti

Marzo 23, 2021

Se ami il cinema d’autore e sei stanco delle solite serie tv allora non puoi non provare MUBI. Nella tempesta dei siti online di streaming c’è una soluzione innovativa e diversa dalle altre ed è appunto questa.

MUBI è un sito online di film d’autore che integra elementi di social networking con il video streaming. Il sito consente agli utenti di guardare film, cortometraggi e documentari, poterli valutare e recensire brevemente, e partecipare a discussioni con altri utenti riguardo ai film contenuti all’interno della cineteca.

È disponibile in 190 paesi e i film selezionati rispondono agli stimoli culturali e cinematografici del paese di diffusione. MUBI è la più grande comunità internazionale di cinefili, con oltre 9 milioni di abbonati in tutto il mondo. I film di MUBI sono disponibili in streaming e scaricabili in ogni momento, su qualsiasi dispositivo, senza annunci pubblicitari.

Vediamo nel dettaglio la sua storia e come funziona.

Tutto nasce in un bar di Tokyo da un matematico e consulente finanziario di Goldman Sachs. Efe Cakarel, giovane turco e fondatore di MUBI, non ce la fa più. Vuole assolutamente vedere In the Mood for Love di Wong Kar-wai sul proprio laptop ma non lo trova da nessuna parte. Così decide di aprire The Auteurs, il primo esperimento che poi porterà alla nascita di MUBI. Il progetto viene finanziato da Celluloid Dream e offre film classici del passato insieme a nuove uscite. Nei tre anni successivi The Auteurs cambierà nome e diventerà MUBI (nome per altro di una città nigeriana), annunciato ufficialmente nel 2007.

Nel novembre del 2010, è stato integrato su piattaforma PlayStation 3 tramite PlayStation Network. Successivamente sono arrivate le integrazioni con i principali dispositivi di streaming come Apple TV, Chromecast, Fire TV e Roku. L’applicazione di MUBI è inoltre disponibile anche su PS4, sulle piattaforme delle principali smart TV e su dispositivi mobile Android e iOS.

Ma cos’ha di realmente innovativo MUBI? Sulla piattaforma passano ad altissima rotazione trenta film al mese: ogni giorno uno nuovo, in sostituzione di un altro. Il cartellone si contraddistingue per la sua ricercatezza. Si possono trovare film di culto del passato, film indipendenti contemporanei tutti da scoprire, film introvabili ma anche retrospettive che girano intorno a un tema o a un regista in particolare (come accaduto nel mese di gennaio dedicato interamente a François Truffaut).

La selezione curata permette di “Passare meno tempo a cercare ottimi film e più tempo a guardarli”. È possibile sottoscrivere un periodo di prova gratuita che va da un minimo di 7 giorni fino ad un mese. L’abbonamento mensile è di 4,99 euro ed è gratuito per tutti gli studenti promosso con lo slogan “Non importa dove vivi e dove studi)

Scopri di più su MUBI (clicca qui)

Cosa Aspetti? Montalo!

Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

 

Accedi al corso Videomaking Mastery
Accedi al corso Videomaking Mastery
Accedi al corso Videomaking Mastery
Accedi al corso Videomaking Mastery
Accedi al corso Videomaking Mastery
Accedi al corso Videomaking Mastery

Cosa Aspetti? Montalo!

 

Articoli recenti

Universal Music vs TikTok: il futuro della musica sui social

Universal Music vs TikTok: il futuro della musica sui social

Introduzione Il mondo della musica e dei social media si scontrano in una disputa che potrebbe cambiare il panorama dell'intrattenimento online e anche quello dei contenuti video. Universal Music Group (UMG), una delle più grandi etichette discografiche al mondo, ha...

Bella Baxter, l’anti-principessa che volevamo vedere al cinema

Bella Baxter, l’anti-principessa che volevamo vedere al cinema

Introduzione Se hai avuto la fortuna di goderti al cinema "Povere Creature" di Yorgos Lanthimos, la figura di Bella Baxter sicuramente ti avrà conquistato. Un anti-eroina o anti-principessa (a seconda dei punti di vista) che affronta sfide e ostacoli con...

Come combattere il fenomeno dello Stop Scrolling

Come combattere il fenomeno dello Stop Scrolling

Introduzione ai Video UGC Nell'era digitale in cui siamo immersi gli utenti sono costantemente bombardati da un flusso infinito di contenuti sui social media. Lo "stop scrolling", l'atto di fermarsi a scorrere sul feed, è diventato un fenomeno comune che presenta una...