“Il cliente ha sempre ragione” solo quando sa di cosa sta parlando

Scritto da Montalo

Febbraio 23, 2020

Produrre video è diventata una necessità. Ogni giorno viene diffusa una quantità infinita di contenuti, per innumerevoli settori e con obiettivi differenti.

Che tu sia un giornalista, un giovane imprenditore digitale, uno studente universitario, un semplice amatore appassionato di video, un influencer o altro, sai benissimo che sapere realizzare un video oggi è diventata anche la tua sfida più grande, quella che potrà farti fare il salto di qualità.

In un precedente articolo sui 5 step per diventare un filmmaker freelance c’eravamo siamo sul come definire la propria lista di servizi. Oggi affronteremo un tema spinoso e molto complesso, spesso motivo anche di discussione: Come stabilire il prezzo di un video.

“Oggi la gente conosce il prezzo di tutto e il valore di nulla” (Oscar Wilde)

Bisogna fare subito una piccola premessa. Quando cerchiamo di definire un preventivo per un video commissionato entrano in gioco moltissime variabili differenti:

  1. la nostra esperienza professionale;
  2. il nostro background formativo e culturale rispetto a quella tipologia di prodotto video;
  3. gli investimenti portati avanti negli anni in termini di: formazione, attrezzatura e promozione;
  4. il valore medio di quel prodotto nel mercato di riferimento e la nostra strategia di prezzo;
  5. la mole di lavoro richiesta in termini di giorni e di difficoltà di realizzazione;

Queste variabili vanno analizzate caso per caso ed è quasi impossibile attribuire uno standard fisso. Una cosa è certa e quasi sempre fondamentale: bisogna richiedere informazioni dettagliate e non approssimative.

Molti, presi dalla foga, sottovalutano una delle variabili citate in precedenza e preferiscono giocare a ribasso senza valutare l’effettiva portata del lavoro.

Questo errore vi porterà ad accumulare lavoro e stress senza ripagare l’effettivo sforzo.

Serve aiuto? Richiedi una consulenza con il nostro team di professionisti (qui)

Chiaramente, per chi è alle prime armi e/o si trova davanti al primo lavoro commissionato, fissare il prezzo di un video è più difficile.

In questo caso consiglio di entrare subito nella mentalità di un vero professionista:

✅Un vero professionista analizza ogni variabile e sa tarare ogni aspetto del lavoro che andrà a svolgere.

✅Un vero professionista sa comunicare con il cliente, sa porre le giuste domande e trovare le risposte che gli servono.

✅Un vero professionista non si svaluta e non sottovaluta la capacità del proprio cliente di poter comprendere il valore di un prodotto, in tutte le sue sfaccettature.

✅Un vero professionista sa entrare nella mente del suo cliente prima che quest’ultimo provi a trattare sul prezzo.

✅Un vero professionista, in sostanza, è prima di tutto un comunicatore e cerca di evitare fraintendimenti e disguidi.

Essere chiari è la base per evitare qualsiasi tipo di problema.

Partiamo dalle domande da porre al cliente:

1) Quale tipologia di prodotto video vorresti realizzare? 

La risposta a questa domanda spesso ci viene data già dal primo contatto ma accade, a volte, che il cliente ci contatti con un’idea di video mentre, in realtà, avrebbe bisogno di altro. In questo caso non dobbiamo fare l’errore di fregarcene e di arrivare al nostro obbiettivo economico: guadagnare e basta!

Dobbiamo avere la capacità di spingere il nostro cliente alla riflessione attraverso il dialogo ed il confronto. In questo modo porremmo le basi per una comunicazione alla pari, senza che uno dei due scavalchi i confini del proprio ruolo.

2) Quale idea hai in mente? Hai già uno script preliminare oppure dobbiamo partire da zero?

Spesso si creano problemi più con i clienti che hanno già un’idea in testa che con quelli che si affidano completamente a noi.

Chi ha un’idea in testa spesso commette l’errore di credere di avere la verità in pugno.

In questo caso ricorda:

Il cliente ha sempre ragiona solo quando sa di cosa sta parlando!

✅Devi saper mettere in dubbio le idee del tuo cliente e saper dialogare con lui facendolo ragionare.

✅Devi essere in grado di non smontare le sue idee a prescindere, ma motivando i tuoi dubbi

Nel caso invece in cui il tuo cliente non ha un’idea, prenditi del tempo per trovarla e proponigliela in un secondo momento.

In questo modo lui potrà apprezzare la tua disponibilità da subito e capire che di fronte non ha un semplice esecutore, ma un creativo che ama la cura del dettaglio.

3) Quali sono le tempistiche che avrei a disposizione? Ci sono delle scadenze in particolare?

La questione tempo può essere un fattore che rende più difficoltosa la realizzazione di un video.

Di norma, infatti, dovrebbe essere il filmmaker a comunicare quanto tempo gli servirebbe per la realizzazione. Tempistiche che, al tempo stesso, garantiscono una certa qualità al prodotto.

Non è purtroppo sempre così e molte volte ci vengono date delle scadenze molto strette che comporteranno un aumento di prezzo.

 

Una volta avute queste informazioni possiamo procedere a stilare il nostro preventivo.

Vediamo ora come calcolare il prezzo nel concreto. Cerca di fare una stima di quelli che saranno i giorni di lavoro per tutte le fasi di realizzazione del video:

 -PRODUZIONE (es: 3 giorni per le riprese)

Calcola quali saranno tutte le figure tecniche che saranno impiegate per i giorni di ripresa:

es: regista, operatore, direttore della fotografia, assistente.

Ad ognuno di questi ruoli fissa un valore per un’intera giornata lavorativa (per intenderci: regista XXX euro al giorno, direttore della fotografia XXX euro al giorno, assistente XXX euro al giorno).

Somma queste cifre e moltiplicale per i giorni di ripresa:

-POST-PRODUZIONE (es: 4 giorni per il montaggio e 3 giorni per la finalizzazione)

 Stesso procedimento: calcola quali saranno le figure tecniche che saranno impiegate per la post.

 es: montatore e colorist

 Per ognuno dei ruoli fissa una valore (es: montatore XXX euro al giorno e colorist XXX euro al giorno)

Somma queste cifre e moltiplicale per i giorni di lavoro. A questo punto puoi passare al calcolo totale: PRODUZIONE + POST-PRODUZIONE.

Come hai potuto notare questo calcolo non prende in considerazione il lavoro di PRE-PRODUZIONE . Questo perchè calcolare il valore complessivo di questa fase è molto difficile e circostanziale.

Il consiglio è di aggiungere al totale calcolato in precedenza una somma, secondo una stima del lavoro che bisognerà portare avanti e aggiungerlo.

Nel preventivo poi potresti scontare quella somma destinata alla PRE-PRODUZIONE comunque citandola. Questo ti potrebbe garantire una minore trattazione del cliente in fase di approvazione del preventivo.

 

SCOPRI tutti i CORSI dell’Academy di Montalo e realizza video professionali

 

Tutto chiaro?
Sei pronto per il tuo preventivo!

 

Cosa Aspetti? Montalo!

Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

 

Cosa Aspetti? Montalo!

 

Articoli recenti

Le migliori app per montare video con lo smartphone

Le migliori app per montare video con lo smartphone

Le migliori app per montare video con il tuo smartphoneL’abbiamo detto e non smetteremo mai di ripeterlo: realizzare video può essere divertente ma non è un gioco! Ci sono infiniti modi per farlo, utilizzando altrettante infinite modalità. Ma siamo sicuri che per...

I documentari su Maradona che non puoi assolutamente perderti

I documentari su Maradona che non puoi assolutamente perderti

I documentari su Maradona che non puoi assolutamente perdertiIl mondo del calcio e non solo è in lutto per la scomparsa del “Dio” del pallone, Diego Armando Maradona che ieri si è spento a causa di un arresto cardiaco. Una notizia che in pochi minuti ha fatto il giro...

Color Correction vs Color Grading: facciamo chiarezza

Color Correction vs Color Grading: facciamo chiarezza

Color Correction vs Color Grading: facciamo chiarezzaLa color correction e il color grading rappresentano due momenti chiari e distinti di un unico processo a cui tutti comunemente facciamo riferimento con i termini appunto di color correction. Ma in questo caso le...