Ecco perchè non puoi fare a meno delle shortcuts

Scritto da Gianmarco Capri

Dicembre 3, 2019

Sicuramente se hai già avuto modo di sperimentare Premiere, o anche un altro software, e se ti sei informato un po’ sugli aspetti concreti del montaggio video, avrai incontrato sulla tua strada questa parola: shortcuts.

Si tratta di un comando da tastiera abbreviato che permette di risparmiare tempo perché semplifica una funzione di Premiere attraverso una combinazione di tasti che velocizza l’azione da compiere, tendenzialmente legata a delle procedure più macchinose.

Premiere mette a disposizione una serie di shortcuts di default, ma ovviamente permette anche di personalizzare questi comandi, assegnando liberamente queste funzioni come meglio si crede.

Prendiamo in analisi una funzione semplice come quella del salvataggio:

In condizioni normali dovremmo spostarci (appare un timer con i secondi) andare su file e fare click su salva.

In questo modo ci abbiamo impiegato tot. secondi.

Se ci fai caso, vicino alla voce Save, viene indicato da Premiere la shortcut per salvare (come sicuramente ti sarà capitato con altri software): proviamo ad usarla!

Ci accorgiamo di aver risparmiato del tempo e ti posso assicurare che in situazioni diverse, quando ci sono percorsi più lungi, il tempo risparmiato è anche maggiore.

Se sei un montatore alle prime armi oppure non sei ancora un professionista, forse non hai ancora la percezione di quanto la variabile tempo sia importante.

Ti posso assicurare che è fondamentale e non solo perché risparmiare tempo fa essere più produttivi (la famosa frase il tempo è denaro) ma è anche meno stressante.

Non lo dico per spaventarti!

Questo è il lavoro più bello del mondo ma è molto faticoso, può essere snervante ogni tanto. Pensa che invece di montare per 7 ore, lo stesso lavoro lo puoi chiudere in 5 di ore. Il tempo che guadagni lo puoi investire per riposarti, studiare, goderti la tua vita privata ecc… .

Queste sono le 10 shortcuts fondamentali per un utilizzo basic di Premiere:

V: attiva lo strumento Selection Tool che permette di selezionare gli elementi della timeline.

H: attiva lo strumento Hand Tool che permette tramite un click e il trascinamento di muoversi all’interno della Timeline. La selezione di questo strumento non impedisce comunque di fare click liberamente sulla altre parti dell’interfaccia, come se fosse selezionato lo strumento selezione.

C: attiva lo strumento Razor tool, ossia la taglierina, che permette di aggiungere un taglio (Edit). La modalità è semplice, basta spostarsi sulla clip nel punto desiderato e fare click per tagliare.

J/K/LQuesti sono 3 tasti fondamentali per ogni montatore che si rispetti perché gestiscono l’azione di mandare in play le clip in time line.

J è lo Shuffle Left, quindi manda indietro il video, K è lo Shuffle Stop e L è lo Shuffle Right che invece la manda avanti.

Premendo più volte su J e L è possibile aumentare la velocità di riproduzione se invece si mantiene premuto K + L/J si può rallentare.

Ma perché preferire questa modalità al semplice colpo sulla barra spaziatrice?

Perché le combinazioni di questi tasti permettono una precisione ed una accuratezza molto maggiore e più possibilità di riproduzione rispetto alla sola velocità standard.

Io vi consiglio di utilizzarla sempre, anche perché quando montate per tanto tempo vi fa affaticare meno le mani, evitando così brutte infiammazioni.

I e O : Se vi ricordate bene, abbiamo giù incontrate queste due shortcut in un video precedente ma ribadiamo comunque il concetto. I e O servono per definire un Input e un Output, un  taglio in testa e in coda, di una clip caricata nel Source Monitor.

M: permette di applicare un Marker, ossia un piccolo segnale sia in Timeline che sulle singole clip, nel caso in cui fosse necessario segnalare un determinato punto di questi due elementi. Con un doppio clic sul marker è possibile cambiare il colore del marker attraverso una specifica finestra, in cui è possibile scrivere anche degli appunti relativi allo stesso. 

FRECCIA SINISTRA/FRECCIA DESTRA: questi due comandi permettono di avanzare avanti o indietro frame by frame.

INZIO/FINE: questi sono due tasti che in modo molto rapido permettono di spostarsi all’interno della timeline, rispettivamente al primo frame della prima clip e l’ultimo frame dell’ultima clip montata.

CTRL + N: anche questa shortcut l’abbiamo approfondita precedentemente. Permette di creare in modo rapido una sequenza e aprire la finestra di riferimento.

CTRL + B: permette di creare rapidamente un nuovo bin nel Project Tab.

CTRL + K: questa shortcut permette di abbreviare l’operazione di taglio di un clip, basta infatti posizionarsi nel punto dove si vuole effettuare l’edit point e con la clip selezionata usare questa sequenza di tasti.

MCTRL + O: permette di aprire un progetto.

CTRL + Z: permette di annullare l’ultima azione.

CTRL + SHIFT + Z: permette di ripetere l’ultima azione.

CTRL + S: permette come abbiamo già detto di salvare le modifiche al progetto.

Questo argomento è approfondito nel dettaglio sul corso PREMIERE PRO MASTERY dell’Academy di Montalo. SCOPRI di più sul corso

 

 

Cosa Aspetti? Montalo!

Entra nella Community per accedere alle risorse gratuite sul montaggio!

 

Cosa Aspetti? Montalo!

 

Articoli recenti

Il fattore di crop: perché è importante calcolarlo

Il fattore di crop: perché è importante calcolarlo

Il fattore di crop: perché è importante calcolarloA cosa ci si riferisce quando si parla di fattore di crop? Abbiamo già detto più volte nei nostri articoli che, chi lavora in questo ambito, deve sapersi muovere con i giusti termini. Purtroppo al terminologia è...

L’ellissi temporale come escamotage narrativo

L’ellissi temporale come escamotage narrativo

L’ellissi temporale come escamotage narrativoCosa si intende quando si parla di ellissi temporale e/o ellissi narrativa? I due termini spesso vengono usati come sinonimi e non è generalmente un errore. Il termine più appropriato però è ellissi temporale che viene...